Category Racconti

Il grande nemico – di Daniele Bello

i.

Il cavaliere, armato di tutto punto, stava attraversando il cuore della Foresta Nera da diverse ore, ormai; vestiva un’armatura dalle tinte verdi e le sue armi risplendevano di una luce verde smeraldo.

Read More

Il castello Onirico – di Monika M.

Accomodata al grande tavolo di noce scuro nella biblioteca della Castello, annoiata, si stiracchiò rumorosamente . Una pioggerellina leggera ma incessante rigava i vetri delle finestre piombate che incorniciavano il paesaggio del giardino esterno ingrigito dal mal tempo.

Read More

L’amico dell’estate – di Gabriele Luzzini

Il sole stava affogando all’orizzonte, stemperandosi nel fuoco della sera, mentre alcune remote vele stavano aggiudicandosi la riva. Claire tracciava dei solchi sulla rena col piede, in un assurdo confronto con la spuma marina che, senza sosta, continuava a cancellarli.

Read More

L’ultima sigaretta – di Gabriele Luzzini

Accese l’ultima sigaretta, malconcia e con un piccolo strappo dal quale usciva il tabacco. Dopodiché, aspirò avidamente. Si compiacque del fatto che il pacchetto si trovasse ancora nei pantaloni insieme all’accendino. Era successo in un lampo, senza neanche il tempo di riflettere. Intanto, le endorfine gli stavano lentamente facendo passare l’indolenzimento.

Read More

Mai creare una vampira vanitosa – di V. Malevolti

Care mie amiche stelle, quanto mi mancate quando non ci siete coperte dalle nuvole, poiché io vado alla deriva e nella solitudine ho preso la mia strada, poiché io vorrei vivere con gli umani e non dovermi cibare di loro, non sentire il loro calore solo quando li abbraccio per pochi minuti…

Read More

La postina – di Massimo Guisso

Certo che Marta e Paolo sono sempre gentili ed ospitali. Chi gliel’avrà fatto fare di comprare questa casa isolata, in culo al mondo? Comunque, la cena era ottima!

Read More

La cena di Thyres – di DarkSylvia

Come da abitudine Jordan leggeva il giornale, seduto a tavola, mentre faceva colazione con un semplice caffè. Non amava le colazioni abbondanti. Nel caso preferiva, piuttosto, inghiottire qualcosa velocemente durante il corso della mattinata.

Read More

Notturno – di S. Agabiti Rosei

Venne la notte, ancora una volta, come sempre, così fu e così sarà. Nora desiderava dormire, rifugiarsi nella parentesi di incoscienza di chi voglia fuggire dalla propria realtà e, perché no, sognare, magari qualcosa di bello in cui immergersi, come chi resta sott’acqua con gli occhi rivolti alla superficie e la gioia di sentire solo il sangue pulsare dentro, lontano dal rumore.

Read More

L’altra immortale – di V. Malevolti

Ho attraversato le nebbie… Le nebbie del tempo, le nebbie delle varie città nelle quali sono vissuta e quelle della mia mente, quando lottavo per non impazzire.

Read More

Storia di Nessuno – di S. Agabiti Rosei

Tutto cominciò quella sera. Così inizierebbe un qualunque, banale romanzo di pappa rifritta. Ma cosa posso farci se, alla domanda “da dove mi metto a raccontare?”, l’unica risposta che mi sono saputo dare è: dall’inizio?!

Read More