Category Racconti

La Battaglia della Ossa – di di S. Bologni

Chissà perché sento costantemente il bisogno di graffiarmi le mani arrampicandomi su rocce dimenticate per raggiungere ruderi che nessuno ricorda più e spogliando un corpo prigioniero di vesti e calzari senza ali, camminare sentendo il calore d’antiche pietre.

Read More

Al cinema – di S. D. Fossemò

“Quei morti, pensò Mike, che possono ancora vedere, anche se non possono capire: quei morti sono le nostre telecamere.”

(Philip K. Dick)

Read More

La voce – di S. Agabiti Rosei

Era l’alba del ventunesimo giorno. La vita si stava risvegliando alle tinte del mattino, carica della vitalità di chi ha avuto il giusto riposo, finché il cielo si saturò di luce.

Read More

Nulla rimane alla fine della notte – di V. Malevolti

Da sogni rimasti fanciulli, sognava di vedere dove finiva la notte e l’arcobaleno. Non per cercare ori e gioielli o altro, solo per riuscire a interrompere la magia che la legava alla sua casa di tetra atmosfera sempre avvolta.

Read More

Riscatto – di Monica Porta

Lara correva lungo il viale alberato nella luce dorata del crepuscolo. Sentiva il fruscio dell’aria lambirle i fluenti capelli corvini.

Read More

Il mistero del Graal – di di Tixian Dark

Il Cavaliere Nero disse: “Veloce non c’è tempo da perdere… Sali sul tuo destriero e seguimi se vuoi”.
Read More

La Donna del Vento – di Daniele Vacchino

Quel giorno tirava un forte vento e, sebbene ci trovassimo già tra le mura di casa, la mia vecchia zia sbandava da una parte all’altra mentre saliva la scala.
– Colpa degli spifferi delle porte – diceva con voce ancora solida.
A quel tempo, andavo a trovare la zia almeno una volta al mese, poiché suo marito era morto da poco e la vecchia ci teneva che la accompagnassi a cambiare i fiori sulla tomba.

Read More

Il fotografo – di Gabriele Luzzini

Amerigo arrivò in ritardo, come spesso gli accadeva negli ultimi tempi a causa del cattivo rapporto che aveva sviluppato con la radio-sveglia. I fiori riempivano di profumo armonioso la stanza addobbata a festa e le ghirlande annunciavano una cerimonia imminente.

Read More

La leggenda del drago verde – di Daniele Bello

1. Holdfast

i.

Negli anni in cui gli dei avevano già abbandonato gli uomini a loro stessi, ma durante i quali le terre conosciute erano ancora funestate da mostri di cui oggi è appena lecito sussurrare il nome, il regno di Sylvania venne sconvolto da un orribile flagello; i draghi scesero in picchiata dai cieli a tormentare gli abitanti dei villaggi, facendo razzia di bestiame e giungendo persino a rapire una fanciulla del borgo.

Read More

L’archetipo – di Daniele Bello

Parte I

i.

Quando l’alba salutò il sorgere di un nuovo giorno, Torwyn si destò ed iniziò a prepararsi una frugale colazione; la radura in cui aveva organizzato il suo bivacco lo aveva protetto dal vento e dal freddo e così, nonostante la notte passata all’addiaccio, il giovane guerriero si sentiva ritemprato e riposato.

Read More