Category Racconti

La storia infinita – di Darkphoenix

Si lanciò all’interno della cattedrale in rovina, e chiuse dietro di sé le pesanti porte di legno ormai quasi completamente marcio, ma ancora robuste, sprangandole.

Read More

Notturno congelato 3 – di V. Malevolti

Girandomi nel letto ho vomitato sul pavimento. Troppo alcool, caffeina, nicotina, cibi finti e industriali in me. Ho vomitato me stessa.

Read More

Non bloccare il traffico! – di S. Fossemò

“Rinuncia, rinuncia!” Franz Kafka

Avevo di fronte un maledetto labirinto stradale,vuoto e caotico allo stesso tempo. Una commistione di pioggia e smog resero tutto più grigio in questa sera d’autunno in cui sentivo,vertiginosamente, di essere bloccato da una prigione invisibile dove non si conosceva né l’entrata e né l’uscita.

Read More

Sogno – di Alfa e Omega

Sono seduta a ginocchia conserte in una stanza, mi ritrovo lì così di punto in bianco. Non ne capisco il perché, ma sento tutti i sensi inibiti, i contorni delle immagini sono tutti sfocati e nemmeno a sforzarmi, riesco a vedere ciò che ho davanti in modo nitido.

Read More

Sogni? – di Yluna

Lo vidi in lontananza. Si avvicinava camminando lentamente in un campo sterminato di alte spighe dorate.

Read More

Piccola bambola perduta – di V. Malevolti

Lontano nel tempo, quando ancora esso non era imprigionato negli orologi, trovai nel mio cammino tra aceri morenti, d’autunno malati, una fanciulla con un abito da sposa e gli occhi tristi.

Read More

Notturno congelato 2 – di V. Malevolti

Stanca di giornate inutilmente passate sui libri. Di notti da Gauloises blu che muoiono nel nero di un caffè con il loro tipico shshs che fanno quando si spengono in un liquido.

Read More

Paranoia – di Monica Porta

La giornata iniziò male, e benché io non sia un tipo superstizioso credo che in giorni del genere la cosa migliore sia non accettare incarichi, anche se la ricompensa sappia di Eden esentasse. Perciò chiusi il portatile ed uscii a svagarmi.

Read More

Notturno congelato 1 – di V. Malevolti

La prima volta che ho fatto l’amore la mia mente è fuggita, lasciando nel mio corpo un vuoto siderale. Avevo paura. Fottuto terrore.

Read More

Pioggia – di Darkphoenix

Mi sono resa conto che era tutto finito quando hai smesso di sorridermi. Non ho capito subito cos’era successo, perciò ho chiamato il tuo nome.

Read More