Category La Soglia Oscura

Ballechin House, la casa dei cani-fantasma

L’imponente dimora Ballechin House fu costruita nel diciannovesimo secolo nel Pertshire(Scozia) e rappresentò un classico esempio di infestazione, in cui una o più entità spettrali cercavano vendetta nei confronti dei vivi.
La peculiarità in questo caso, però, fu che i presunti fantasmi non fossero legati alla morte di esseri umani, bensì a quella di cani.
Ma è opportuno raccontare la storia dall’inizio…

Nel 1876 il maggiore Steuart , proprietario della casa, morì poco dopo aver dichiarato che mai avrebbe permesso al suo spirito di lasciare questo mondo poiché aveva trovato il modo per trasferirlo nel corpo di uno dei suoi quattordici cani.
Una volta terminati i funerali e tumulato il corpo, il nipote che aveva ereditato la proprietà per prima cosa fece abbattere la muta di animali e subito dopo si trasferì nella casa.
Secondo alcuni, aveva ordinato l’uccisione dei cani perché non voleva spendere tempo e denaro per il loro mantenimento ma per altri la decisione era stata dettata dalla superstizione, per evitare che lo spirito del parente albergasse ancora tra quelle mura nel corpo di un amico quadrupede.

Read More

Imbolc * Sabbat Maggiore – di Gordon Miles

L’antica festività pagana Imbolc cade nella notte tra il 1° e il 2 febbraio, esattamente a metà tra due Sabbat Minori e cioè il Solstizio d’Inverno (Yule) e l’Equinozio di Primavera (Ostara).
E’ un Sabbat Maggiore decisamente rilevante poiché riavvia il ciclo delle stagioni, garantendone quindi il rinnovamento.
Più specificatamente, è una festa di purificazione, che si basa sulla celebrazione del ritorno della luce e della fertilità.
Infatti, il termine Imbolc viene tradotto sia come “Grande Pioggia” (intesa come momento in cui l’acqua monda il passato e prepara il terreno che gli avvenimenti futuri), ma anche come “Dentro al ventre della Madre Terra”, (indicando che è il momento in cui iniziare a preparare i semi necessari alla coltivazione).

Read More

La Bestia di Bray Road

La Bestia di Bray Road è un possibile criptide avvistato principalmente a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 del secolo scorso, anche se alcune testimonianze risalgono addirittura agli anni ’30.

Il luogo in cui fu notata la misteriosa creatura sono i dintorni della cittadina di Elkhorn (Wisconsin – USA) e in particolar modo lungo la strada di campagna chiamata appunto ‘Bray Road’.

Molte informazioni riguardanti la bestia ci sono giunte dal libro ‘Hunting the American Werewolf ‘ di Linda Gofrey in cui sono raccolti resoconti di diversi testimoni oculari.

Le descrizioni che riguardano tale criptide (o presunto tale) spesso non coincidono ma le più comuni sono le seguenti:

– Creatura bipede pelosa simile ad un orso

– Lupo straordinariamente intelligente, in grado di camminare sulle zampe posteriori e gigantesco (0,6/1,2 mt. a quattro zampe e oltre i 2 mt. quando si solleva e cammina come un umanoide, con una stazza stimata tra i 180 e i 320 kg.)

Read More

Il Piccolo Popolo dell’Alaska

Il Folklore legato al Piccolo Popolo e cioè esseri soprannaturali quali fate, folletti, gnomi e leprecauni è diffuso in tutto il mondo, raggiungendo anche le zone più impervie dell’Alaska.
Qui tali creature sono conosciute col nome di Inukin e, come da tradizione, sono caratterizzati da una statura piuttosto piccola ma dotati di forza e poteri magici.
Il loro abbigliamento è simile a quello dei nativi della zona e hanno abitudini simili come fumare o bere alcolici ma sotto i cappucci si intravedono le loro caratteristiche orecchie a punta.

Read More

Le macabre decorazioni di San Bernardino alle Ossa – di Gabriele Luzzini

Nel cuore di Milano sorge una Chiesa dall’indiscutibile atmosfera insolita, chiamata San Bernardino alle Ossa e citata nelle cronache del passato anche come San Bernardino ai Morti. Ma prima di illustrare la peculiarità di tale edificio, anche se l’indizio nel nome è già evidente, mi sembrerebbe opportuno fornire qualche dettaglio sulla sua storia.

Read More

La Tunda

La Tunda appartiene alla mitologia di una regione costiera del Pacifico compresa tra la Colombia e l’Equador ed è un’entità mutaforma dalle sembianze di una donna che attira e imprigiona le sue vittime all’interno delle intricate foreste che caratterizzano la zona.

Una sua capacità è quella di assumere le sembianze di una persona cara al malcapitato, come quella di una madre per un bambino o della fidanzata per un ragazzo, e di mantenere docile il prigioniero nutrendolo con particolari gamberetti (camarones peneídos).
Questa attività di ammaliamento è denominata ‘Entudamiento’ e chi versa in tale stato è definito ‘Entuntado’.

Read More

Introduzione alla Medicina Ieratica Egizia – di Viviana Donato

“Ra, altrettanto vero che splendente, conosce che vien fatto.
A colui che compie il bene egli fa il bene, a colui che fa il male egli fa lo stesso”
(Iscrizione Louvre n. 2540)

La Medicina Egizia, nonostante la sua grande importanza nell’antichità, è stata oggi quasi completamente dimenticata o comunque non tenuta in debita considerazione, dato l’imperare delle medicine tradizionali provenienti all’oriente, in particolare dalla Cina e dall’India, cui fanno capo la maggior parte dei sistemi di cura non convenzionali attuali, dimenticando, a torto, la nostra tradizione occidentale, la cui culla è stata proprio la valle del Nilo, Scienza Ieratica che non differisce affatto da quella orientale, poiché, nella sostanza, se non nella forma, i postulati sono identici.

Read More

Le seducenti apparizioni di Antonietta Fagnani Arese – di Gabriele Luzzini

Forse ricorderete l’ode di Ugo Foscolo ‘All’amica risanata’, in cui veniva celebrata la guarigione di Antonietta Fagnani Arese (1178-1847), nobildonna di grande bellezza e intelligenza, molto attiva nei salotti mondani. Lo stesso Letterato ne esalta lo splendore, con l’ultima strofa in cui sottolinea che, tramite la poesia, lei stessa è diventata immortale come una divinità e la sua beltà non potrà mai sfiorire.
La relazione con Foscolo iniziò nell’estate del 1801 e si protrasse per quasi due anni, tanto che lei lo supportò nella revisione di ‘Ultime Lettere di Jacopo Ortis’ e lo aiutò nella traduzione de ‘I dolori del giovane Werther’ di Goethe (Antonietta conosceva quattro lingue, tra cui il tedesco).
Il rapporto tra i due è noto solo per le lettere che il Poeta le scrisse e che gli furono restituite quando l’amore terminò. Dopo diversi ‘passaggi di mano’, le epistole finirono a Emilio De Tipaldo che ne fece fare due apografi, cioè due manoscritti copiati direttamente dall’originale.

Read More

Quando una pietra “muore” – di Dèvera Blackmind

Le pietre e i cristalli sono utilissimi per chi pratica la magia o la mediazione, ma sono ottime anche nel quoridiano.

In un rituale o in un incantesimo ne aumenta il potere e porta le energie giuste nella pratica. Anche la forma, a volte, può essere utile. Certi cristalli hanno una punta su entrambe le estremità e sono davvero utili per dirigere le energie, tracciare simboli e cerchi, oppure per fare la punta di una bacchetta.

Nella meditazione possono essere usati anche quando lavorate su determinati chakra, stringengendo in mano la pietra o ponendola sopra al determinato chakra.

Read More

Le Porte dell’Inferno – di Magister Arcani

Le Porte dell’Inferno sono luoghi sparsi nel mondo ai quali il folklore attribuisce la possibilità di accesso al Mondo Sotterraneo, descritto in numerose mitologie anche se con caratteristiche differenti.
Spesso si trovano in regioni con attività geologica insolita come aree vulcaniche e talvolta in laghi, grotte o montagne.

Diverse leggende provenienti dall’antica Grecia e dalla tradizione latina narrano di mortali che hanno oltrepassato tali varchi, per loro volontà o rapiti da creature infernali.
Ad esempio, sia Enea che Ercole hanno entrarono in tale mondo (o forse sarebbe più appropriato definirlo ‘Dimensione’) da una grotta ai margini del lago d’Averno, vicino a Napoli.

Read More