Eterne Domande – di Gabriele Luzzini

Un bacio d’amore e poi nel vento,
un bacio d’amore e poi solo ricordi
mentre tu angoscia dilani e mordi
un ormai remoto sentimento.
Quante eterne domande di risposte prive
Ma non è certo col passato,
ingombrante fardello di quel che è stato,
che un uomo resta in piedi e sopravvive.
Nel nostro comune scrigno si cela l’infinito,
quel che non si voleva ma si è diventati,
immagini bidimensionali di finite estati
od anche un albero sereno ormai sfiorito.
Si posson trovare sorprendenti delusioni,
una frase al momento opportuno mai detta
e lì, incancrenita, ancora aspetta
o verità illuminate da fittizi lampioni.
Quante cose cercando si posson trovare
Ed ovunque tu sarai, aprilo senza timore
Non ci son farfalle che si poseranno su un fiore,
ma schegge che sfioreranno zone amare.
Un bacio d’amore e poi nel vento,
un bacio d’amore e poi solo ricordi
ai quali forse è meglio restar sordi
per non affogare nello sgomento.