La bambina del lago (Real Ghost Stories) – di Gordon Miles

L’immagine qui a lato è stata scattata nel Wisconsin, nei pressi del lago Dorothy Dunn.
Quel che sembra una semplice foto-ricordo di una battuta di pesca in realtà cela una stranezza che trasfigura la rassicurante quiete bucolica della stessa.
Infatti, sembra di intravedere una bambina con un berretto e un abito antiquato, vicino all’uomo con la canna.
Il presunto spettro sembra non curarsi del pescatore, quasi che appartenesse ad una linea temporale differente.
Sia la persona ritratta che il fotografo sono certi che non ci fossero bambine nella zona e inoltre lo specchio lacustre è lontano da ogni casa o strada.Qualche secolo prima la zona era frequentata da taglialegna e molti di loro persero i propri figli a causa della peste che dilagava in quel tempo. E se fosse un ‘residuo energetico’?

Sussiste anche l’ipotesi che sia semplicemente un fenomeno di pareidolia prodotto dal fitto fogliame della zona ma certamente la sensazione di sbigottimento trasmessa dalla fotografia provoca un brivido lungo la schiena…