La Guardiola del Diavolo – di Gabriele Luzzini

Conosciuta come ‘La garita del Diablo’, La Guardiola del Diavolo è la classica costruzione difensiva realizzata nel 1634 per sorvegliare e proteggere la città di San Cristobal (Portorico).
Lungo la costa erano presenti numerose strutture simili e i soldati designati prestavano servizio ogni notte per segnalare eventuali attacchi esterni , comuncanndo a gran voce e con regolarità l’assenza di nemici provenienti dal mare.
Ma la Guardiola del Diavolo aveva una sinistra fama…

Era stata probabilmente la prima ad essere costruita e diversi soldati, rudi uomini abituati a convivere col pericolo, ne erano spaventati. Dicevano che era possibile sentire udire sussurri provenienti da quella struttura ormai abbandonata ed erano convinti che appartenessero agli spiriti dei defunti, immolatisi in precedenti battaglie.
Una sera, il comandante della guarnigione, temendo uno sbarco notturno, ordinò ad uno dei suoi uomini di utilizzare tale guardiola.
Nel corso della notte, come consuetudine, le varie sentinelle si chiamavano l’un l’altra, per accertarsi che non ci fossero problemi. Ma dalla Guardiola del Diavolo non proveniva alcun suono.
La mattina successiva, i soldati andarono a verificare come mai il loro commilitone non rispondesse a loro. Trovarono l’uniforme, la pistola e gli stivali. Ma dell’uomo nessuna traccia. Era scomparso!
Nel corso del tempo altri due guardie sparirono nel nulla e quell’avamposto venne abbandonato per timore di perdere altri militari. Nessuno pensò mai all’eventualità della diserzione… A San Cristobal tutti erano certi che il Diavolo in persona avesse preso i tre malcapitati.
Attualmente, la Guardiola del Diavolo non è accessibile ma dopo qualche verifica sembra che l’unico soldato scomparso sia stato un certo Sánchez, che aveva abbandonato la guarnigione per sfuggire alla temibile fidanzata Dina.