La misteriosa rana di Loveland

Nel corso degli anni ci sono stati alcuni avvistamenti di uno strano anfibio in Ohio (USA), ribattezzato la rana di Loveland (la cittadina dove appunto sono avvenuti). Il primo, probabilmente, è quello del 25 Maggio 1955 quando un uomo d’affari alla guida della sua auto, passando sotto un ponte, vide tre esseri alti poco più di un metro, con rughe sul cranio al posto dei capelli e mani e piedi palmati. Uno di essi reggeva una sorta di sbarra in mano che emetteva delle scintille.

il più noto avvistamento, però, avvenne quasi vent’anni dopo e coinvolse l’agente di polizia Ray Shockey che il 3 Marzo 1972 s’imbattè in una bizzarra creatura accovacciata sul ciglio della strada. Quando l’uomo si avvicinò, la vide alzarsi su due gambe e correre via. Durante la deposizione, venne descritta alta 1/1,2 mt., con pelle verde-grigiastra, un peso approssimativo di 60 kg e una faccia da rana o da lucertola.

Un paio di settimane più tardi, lo sceriffo Mark Matthews vide una sagoma indefinita sulla strada e pensando fosse la carcassa di un animale morto da rimuovere, fermò l’auto per verificare. Quando questa si sollevò, rivelando di essere molto simile alla rana antropomorfa incontrata dall’agente Shockey, l’uomo esplose un colpo di pistola verso di lei che fuggì, oltrepassando il guardrail.

Loveland-Frog Entrambi hanno ribadito di non aver pensato ad un mostro, bensì ad un animale fuggito chissà da dove. Ma di che tipo? E’ da sottolineare come la descrizione possa ricordare sia i fantomatici alieni rettiliani, sia gli ‘abitatori del profondo’ (Deep Ones) che vivono nelle opere di H. P. Lovecraft, apparsi per la prima volta nel racconto del 1931 ‘La maschera di Innsmouth’. Lovecraft… Loveland. Curioso, no?

59458142b8193add50e3c7c510a81284