Manananggal, il vampiro delle Filippine

Secondo il Folklore delle Filippine, il Manananggal è una creatura simile al vampiro che appare come una persona normlae durante il giorno, ma di notte gli crescono ali da pipistrello e si divide letteralmente a metà, abbandonando gambe e bacino per alzarsi in volo in cerca di vittime.

Tali esseri sono solitamente di genere femminile e hanno un aspetto orribile.
La le prede preferite, ci sono sicuramente le donne gravide e i loro bambini non ancora nati che aggrediscono con le loro lingue lunghe e appuntite.
Come diversi vampiri, evitano i raggi solari quando sono nella loro forma mostruosa, oltre a odiare aglio, sale, aceto e spezie.
Inoltre, sempre secondo la tradizione filippina, con la coda di una pastinaca (un pesce simile alla razza) è possibile creare una sorta di frusta in grado di danneggiare il mostruoso parassita.
Un altro sistema per eliminarli consiste nel cospargere di sale la metà inferiore che abbandonano quando si trasformano per nutrirsi.