Un folle esperimento anatomico del millennio precedente

Una decina di anni fa furono scoperte due mummie a Cladh Hallan, un villaggio preistorico sull’isola del Sud Uist, sulla costa della Scozia. I corpi apparentemente appartenevano ad un uomo ed a una donna, sepolti nella posizione fetale in un periodo compreso tra i 300 a 600 anni dopo la loro morte.

Read More

Rainstorm – di Maria A. Barbieri

 

Rainstorm – Maria A. Barbieri

Read More

Il cadavere che non voleva una tomba – di Davide Rosso

Personaggi principali:
DINO BARBERO professore di Storia
CARLO DECOVIC scultore, cugino del Barbero
NARRATORE amico del Barbero
QUINTINO BARBERO zio defunto del Barbero
GUGLIELMO FRAGONARD professore in pensione
ISPETTORE LANG uno degli inquirenti

La grande nevicata cominciò la sera del 23 dicembre.
I rumori del traffico si affievolirono, le tracce dei pneumatici, le orme dei passanti e tutti gli altri segni del mondo civile vennero cancellati da fiocchi bianchi che scendevano volteggiando dalla sorgente illimitata del cielo. La gente si chiedeva se avrebbe mai smesso. Io, invece, mi sentivo così stanco, da non badar più a tutto quel biancore. Desideravo solamente tornare a casa, riscaldare le mie povere ossa, assopirmi nel letto e dimenticare ogni cosa.

Read More

L’ultimo viaggio dell’Ouran Medang – di Gabriele Luzzini

Tra i misteri del secolo scorso meno noti e tuttora insoluti c’è sicuramente quello della nave mercantile olandese Ourang Medan il cui nome in indonesiano significa ‘Uomo di Medan’ (Medan è una delle principali isole indonesiane).
Le prime informazioni al riguardo sostengono che l’imbarcazione colò a picco dopo l’eccidio dell’equipaggio in circostanze mai chiarite.
Al termine degli anni ’40, le due navi americane Silver Star e la City of Baltimore intercettarono un S.O.S. inviato da un cargo olandese, l’Ourang Medan, mentre attraversavano lo stretto di Malacca.

Read More

Il fantasma del ‘Goodlife Festival’

Nel Maggio 2016 si è tenuto in Australia il ‘Goodlife Festival’ e un fotografo ha catturato qualche immagine della folla oceanica che si era raccolta.
Quando le immagini hanno cominciato a girare sui Social Network, più di una persona ha notato un’evidente anomalia nella scia di fumo in alto a destra nella fotografia qui sotto.

Read More

L’uomo grigio, lo spettro degli uragani

A partire dal 1822, i residenti di Pawleys Island (Carolina del Sud – USA) hanno segnalato avvistamenti di una figura spettrale che hanno denominato ‘The Gray Man’.
La leggenda locale narra che si presenta sempre prima di un uragano di grande intensità. Se si ha la fortuna di incontrarlo, la propria dimora sarà risparmiata dalla distruzione, anche se le case circostanti saranno completamente rase al suolo.

Read More

Is there anybody out there? – di Kendra Moon

 

Is-there-anybody-out-there? – Kendra Moon

Visita la pagina dell’artista:

Kendra Moon Photos

 

Read More

Lo specchio, storie e suggestioni dagli albori all’età moderna – di Massimiliano Masiero del Tiferno

È innegabile. L’uomo cerca disperatamente la propria immagine in ciò che lo circonda.
Volti umani o divinità minacciose si nascondono nel quotidiano che ci circonda, dandoci la sensazione di essere costantemente circondati da figure antropomorfe che ci osservano, ci giudicano o ci sorridono benevole. Questo fenomeno è noto come “pareidolia” e fonda le proprie radici nel subconscio umano.
Per molti è il retaggio atavico di un mondo ostile, pullulante di predatori e rivali nella catena alimentare, una sorta di predisposizione al pericolo e a riconoscere altre creature mimetizzate nel mondo circostante.
Per altri sono comunicazioni con il piano astrale opposto al nostro, spiriti in possesso di informazioni vitali o creature dannate in eterno sull’orlo dell’abisso.
In questa chiave la ricerca dell’essenza umana ha da sempre accompagnato l’umanità attraverso la storia, la superstizione e la vanità – ultimo dei vizi capitali declassato solo nel xx secolo- .

Read More

Beckett & la science fiction – di Davide Rosso

Una delle dimensioni meno studiate in Beckett è proprio quella fantastica. Dimensione evidente e di non secondaria importanza all’interno della sua produzione in prosa: tra il 1964 e il 1973, infatti, il drammaturgo di Godot scrive delle prose (alcune fulminanti, altre più lunghe ed elaborate) che non possono sentirsi estranee a una sensibilità di genere che mescola la scientificità (dei numeri, delle misurazioni) al fantastico puro dell’immaginazione.

In queste short proses sci-fi sono importanti i suoni (le descrizioni dei), gli odori (la percezione degli) e la vista, spesso deficitaria rispetto all’udito o al tatto.

Read More

L’Aviatore di fuoco (Real Ghost Stories)

A Canberra, in Australia, è piuttosto nota la storia dello spettrale ‘Burning Airman’ (‘L’aviatore di fuoco’) e diversi testimoni giurano di aver vissuto un’esperienza incredibile.
Era il 1940 quando un bombardiere Lockheed Hudson II si schiantò nella foresta a seguito di un malfunzionamento del motore. L’equipaggio era composto da sei persone ma nessuno sopravvisse.
Sembrava essere l’ennesima sciagura aerea, destinata ad essere dimenticata nel tempo se non che, alcuni anni dopo, i residenti del luogo iniziarono a sostenere di vedere luci misteriose nella zona in cui era caduto il bombardiere, oltre a sentire il suono di un aereo invisibile che si avvicinava. Ma tutto questo era solo l’inizio…

Read More