Siamo al consueto gioco dei pesi – di Romina Capo

Siamo al consueto gioco dei pesi
Il rito dell’ago .le misure perse
pronunciando gli accapo .il rimaglio
del dove eravamo .ogni piccolo sbaglio
un difetto del ritmo .un inciampo
uno spesso rigo percosso sulle nocche
Un imbroglio premeditato .nella sera
una cantilena di ipocrisia e paradosso
il consunto uso del verbo amare
quelle sillabe a riempire milioni di bare
e la carne della mia devozione
come ultima nostra cena
divisa .fra te e il cane.

Tags: