Sogni e oltre

“Ho avuto segnalazione del vostro sito e forse per curiosita’ l’ho visitato … ..leggendo l’esperienza del sogno ricorrente mi è venuto in mente il mio che vorrei proporvi…

In un periodo di solitudine durato diversi anni mi capitava spesso di sognare una donna, che amavo molto (ma mai vista realmente) nel sogno ma che mi veniva portata via da un demone con violenza e mutilazioni,rompendo quell’amore bellissimo che finalmente avevo trovato… Un’altra volta questo amore bellissimo si è manifestato sotto forma di luce che è entrato dentro di me lasciando una pace interiore e un conforto mai provato nella vita reale…io ho pensato a qualcosa legato agli angeli perchè questo benessere non l’ho mai piu’ riprovato…questo e successo in uno stato di sogno lucido…che poi mi ha svegliato lasciandomi esterefatto… E un’altra esperienza interessante è stata il sogno della camera in cui dormo e la sua visione come diurna(nel senso che c’era una luce tenue che rendeva visibile gli oggetti ma era comunque notte) e nello stesso tempo la visione di porte ed entità strane che si avvicinavano (non visibili ma presenti) e che sussurravano qualcosa…io nello stato di sonno-veglia mi sentivo paralizzato e non potevo con tutta la volonta’muovermi o svegliarmi da quello stato… Cosa pensate….sono da neuro o sono cose spiegabili? Complimenti per il vostro sito…spero abbia un successone”

Andrea

Sogni_e_oltre

 

La testimonianza è davvero interessante per l’eterogeneità dei fenomeni descritti. Ad una prima analisi, qualcuno potrebbe ravvisare elementi tipici della schizofrenia (allucinazioni uditive, senso d’angoscia…) ma non penso proprio sia questo il caso.

Valutando un approccio psicanalitico… 1° esperienza riferita- Sogno allegorico. La donna bellissima potrebbe rappresentare la Stabilità (chissà, forse quegli anni sono stati turbolenti) ed il demone che distrugge potrebbe essere l’impossibilità di raggiungere uno status di tranquillità, eventi imprevisti che hanno modificato il corso delle cose: la ricerca che viene appagata per poi essere subito perduta.

2° esperienza riferita – Sogno dinamico con conseguenze psichiche. Il senso di pace raggiunto potrebbe essere dettato dall’illusione di aver ritrovato tramite una Visualizzazione quel che si era perduto. Quindi, la sensazione di serenità non è una conseguenza ma un fattore contingente.

3° esperienza riferita – Sogno dinamico con conseguenze fisiche. Materializzazione onirica delle proprie ansietà (impotenza ed incomprensione davanti ad alcuni fatti della vita, ad esempio un lutto) e momentanea paralisi.

Ma sarebbe limitato fermarsi a questo… La dimensione onirica ha sempre avuto un’importanza fondamentale nelle tribù primitive (basti pensare agli aborigeni australiani) in quanto rappresenta la “porta” che ci può mettere in contatto con entità superiori. Non è da dimenticare che la visione degli spiriti è sempre stata agevolata dall’ASC (Altered State of Cousciosness), quando le frequenze cerebrali modificano la loro velocità (quando la veglia non è più cosciente). Chissà, forse stiamo parlando del ricordo di una vita precedente che è affiorato (1° esperienza) e la comunione con lo spirito della fanciulla amata (2° esperienza) è il completamento della stessa, con un conseguente equilibrio del Karma. Sarebbe interessante esaminare se presenta qualche fobia curiosa(ad es. cravatte, alcune specie di animali…) che avvalorerebbe l’ipotesi della metempsicosi. La 3° esperienza è indubbiamente inquietante ma non mi sorprenderei se nel Suo albero genealogico ci fosse qualche medium. Sono facoltà perlopiù ereditarie, che possono manifestarsi spesso in momenti di stress.