Triskell

Come forse avrete notato, nel logo del sito c’è un Triskell all’interno della O di Oscura. Credo sia opportuno parlarvi di tale raffigurazione, con le tre spirali intrecciate che suggeriscono una rotazione. Il simbolo, molto antico, è noto anche come Triskele e Triskelion e concettualmente rappresenta una creatura a tre gambe ma vorrei evitare una dissertazione partendo dall’Antica Grecia, transitando per la Magna Grecia e approdando in tutta Europa. Al contrario, più che un analisi storica sulla diffusione vorrei intraprendere un essenziale e rapido percorso esoterico-mistico che ha portato il Triskell all’interno del logo. Per prima cosa, simboleggia l’Uomo, con le sue tre manifestazioni e quindi Corpo – Essenza (emozioni, pensieri…) Spirito oltre che Azione/Sentimento/Pensiero e ancora le tre età intese come infanzia, maturità e vecchiaia. Da non dimenticare che in Alchimia l’Uomo è composto da 3 elementi e cioè Mercurio/Zolfo/Sale. Inoltre, tale segno definisce il Tempo, rappresentando il Passato, il Presente e il Futuro riuniti in un unico ed eterno ciclo chiamato ‘Continuo Infinito Presente’: tutto esiste nello stesso momento ed infatti questa contemporaneità permette nel corso della festività di Shamain di incontrare sia i propri avi defunti che la progenie che verrà (oltre che la precognizione e la psicometria, in ambito parapsicologico). Sempre nel Triskell troviamo le fasi della giornata e quindi alba, mezzogiorno e tramonto, che si ripresentano in un moto perpetuo. Le tre spirali che ruotano sono la manifestazione del Dio Unico e perciò la Saggezza, la Forza e l’Amore (proiettate nelle classi di Druidi/Governanti, Guerrieri e Lavoratori), elementi che non casualmente troviamo anche nei Tarocchi. Il Triskell sintetizza il simbolo della Trinità Celtica Morrigan-Macha-Boadb (femminile) e Ogma-Lugh-Dagda (maschile). Sempre lo stesso simbolo, riguarda le Dimensioni dell’Essere e della Manifestazione e quindi Ceugant (il mondo dell’Assoluto, il piano esistenziale dell’esistenza divina), Gwynwydd (il mondo spirituale, l’Aldilà) e Abred (il mondo Umano o della Prova). Lo stesso Abred è suddiviso in tre animali totemici e cioè il cinghiale (La Terra), il salmone (l’Acqua) e il drago (il Cielo o Aria) che con loro movimento si fondono in un quarto elemento, il cerchio che racchiude le spirali (il Fuoco). E quindi giungiamo ai quattro elementi su cui si basa l’Alchimia. Questi sono gli aspetti più noti anche se, scavando ulteriormente e con adeguati livelli di Conoscenza, è possibile accedere ad altri livelli di comprensione.